Rubrica Arte e Bambini, appuntamenti di febbraio

Filosofia e arte per bambini, il mondo fantastico di Munari e i linguaggi dell’arte contemporanea, ecco i tre nuovi appuntamenti per i più piccoli con la cultura:

Tre date da non perdere alle Gallerie d’Italia (Piazza della Scala 6, Milano) per bambini dai 6 ai 10 anni (19 Marzo, 16 Aprile, 21 Maggio 2016). I Ludosofici, che progettano percorsi didattici attraverso l’arte e la filosofia, curano l’iniziativa Domande al museo, una serie di laboratori tra filosofia e arte: come nasce e si sviluppa un’idea e il concetto di bellezza e di tempo sono questi i temi principali che i laboratori affrontano in un contesto come quello delle Gallerie d’Italia, un cantiere del pensiero aperto alle suggestioni provenienti dal mondo della filosofia che, per sua natura, dialoga con altre discipline, tra cui l’arte.

 

Vietato non toccare è una mostra che troverete al MUBA – Museo dei Bambini (Via Besana 12, Milano) fino al 15 Settembre 2016, dedicata al mondo di Bruno Munari e pensata per bambini dai 2 ai 6 anni. Si tratta di un percorso di gioco impostato sulla scoperta, la meraviglia, l’esperienza tattile e visiva, la sperimentazione e il fare. La mostra è suddivisa in quattro momenti di esperienza: Le Scatole della Meraviglia, Toccare con gli occhi e vedere con le mani, il gioco Più e Meno, il Prato dei Prelibri. Sono previsti anche laboratori per bimbi dai 3 ai 13 anni, su prenotazione.

 

Kids è il programma pensato per accompagnare i bambini e i ragazzi dai 4 ai 14 anni e le loro famiglie alla scoperta dei linguaggi dell’arte contemporanea con allegria e curiosità. Dove?! All’HangarBicocca (Via Chiese 2, Milano), centro propulsore di arte e cultura gestito dalla Fondazione Pirelli. Fitto è il calendario dei Percorsi Creativi, che si propongono di rendere accessibile e comprensibile la molteplicità dei piani di lettura e la varietà delle manifestazioni dell’arte contemporanea, partendo dalle emozioni, dalle sensazioni e dalle suggestioni che il pubblico dei più giovani vive davanti all’opera d’arte.

 

 

 

error: