Parliamo di dentini con uno specialista!

Oggi trattiamo un argomento molto utile e interessante per ogni genitore.

Sappiamo così poco sui dentini dei nostri bimbi, nonostante giochini massaggia-gengive, gel e creme per dare sollievo durante la dentizione e collanine d’ambra affollino le nostre case.

Capiamo che sono in uscita quando i nostri bimbi iniziano a sbavare più del solito, a mettersi le manine in bocca fino ai gomiti, quando piccole febbriciattole e malesseri cominciano a caratterizzare le loro giornate.

Così abbiamo pensato di interpellare uno specialista, il Dottor Umberto Giacalone, che di seguito risponde alle nostre domande. Colgo l’occasione per invitare anche voi mamme e papà a porgergli altri questiti, qualora la nostra intervista non cancellasse del tutto i vostri dubbi.

Il Dottor Giacalone sarà ben felice di rispondervi, anche tramite il nostro blog. Nato a Milano il 07/03/1977, si è laureato a pieni voti all’ Università degli Studi di Milano nel 2002 ed esercita come libero professionista. E’ inoltre Tutor presso la clinica universitaria “Giorgio Vogel” dell’ Ospedale San Paolo ,membro dello Study Club ITI MILANO ed anche membro della Commissione a sostegno dei “giovani odontoiatri” dell’ Ordine dei Medici di Milano.

Se desiderate contattarlo potete scrivergli all’indirizzo e-mail docgiacalone@hotmail.com o contattarlo telefonicamente al numero di telefono +39 338 2880654.

Quando iniziano generalmente a spuntare i denti nei bambini e quali?
I primi a spuntare sono i ‘dentini da latte’. A circa 6 mesi escono gli incisivi inferiori. A 30 mesi la dentizione decidua (denti da latte) dovrebbe essere conclusa.

Quando escono gli ultimi dentini da latte, quanti sono in totale, quando cadono in genere?
A 30 mesi escono i secondi molari che vanno così a concludere la dentizione decidua, che consiste in 20 denti, dei 32 totali della dentizione permanente. La permuta dei denti da latte si svolge dai 6 ai 12 anni.

Come bisogna comportarsi verso i denti da latte, in termini di cura ed igiene?
I denti da latte sono molto importanti, inseriti in un’arcata più grande della loro dimensione. Sono spaziati tra loro perché i denti permanenti avranno una dimensione più larga ed occuperanno più spazio. La pulizia è davvero molto importante e si suppone che entro i 6 anni ogni bambino abbia imparato a utilizzare in modo autonomo spazzolino e filo interdentale.

Quali spazzolini, dentifrici o prodotti utilizzare?
La cosa più importante è curare al meglio i denti da latte per evitare di perderli prima del tempo, per carie o altri motivi. In questo modo si eviteranno future mal occlusioni. Una perdita precoce dei denti da latte può alterare gli spazi in cui andranno a posizionarsi i denti permanenti e questo può persino favorire carie ai denti permanenti. Inizialmente i primi dentini possono essere lavati tramite guantini appositi, poi si può passare agli spazzolini manuali ed elettrici, comunque delicati.

Bisogna stare molto attenti al consumo degli zuccheri, banditi i ciucci nel miele (tanto amati dalle nonne!), no latte o caramelle di notte e, almeno 2 volte al giorno, consiglio di spazzolare molto bene i denti con dentifrici al fluoro (contenuto di fluoro nel dentifricio 1000 PPM).

Fluoro sì o Fluoro no?
Il fluoro in pastiglie, che una volta andava tanto di moda, può essere utilizzato qualora il bambino non riesca a lavare i denti in modo adeguato, ma un eccesso di fluoro potrebbe rovinare la qualità dello smalto dei denti. Va però preferito il fluoro sotto forma di dentifricio a quello in pastiglie.

Come far diventare un gioco la pulizia quotidiana per il bambino?
Il gioco è un esempio, è uno stare vicino al bimbo mostrando e raccontando, è lavarsi insieme i denti, è regalare al piccolo uno spazzolino simpatico. E’ un rituale quotidiano, che andrebbe quasi premiato. 5 minuti al giorno di condivisione e divertimento.

Ciuccio sì o ciuccio no?
Per quel che riguarda strettamente la dentizione, direi ciuccio sì fino ai 2 anni, ma poi va eliminato entro i 3.
Mai ciuccio con miele o dolcificanti, carierebbe tutti i denti.

A che età la prima visita dentistica?
Ad 1 anno consiglio un primo controllo, una visita veloce, giusto per controllare che vada tutto bene. In assenza di particolari problemi si può andare avanti in tal modo fino ai 5 anni del bambino, mentre al compimento dei 6 anni è consigliata una valutazione più delicata anche all’ortodonzia e ad eventuali sigillature dei molari permanenti appena erotti.

error: