Siamo state da The Milk Bar a Milano e abbiamo scoperto l’America (anzi, il Canada) ;)

Ci siamo presentate da The Milk bar senza avere le idee molto chiare, con la sola consapevolezza che avremmo trovato un ‘mondo’ a misura di mamma e bambino.

In realtà abbiamo trovato molto di più: il risultato della realizzazione di due donne-mamme felici per la piega che ha preso la loro vita e orgogliose di avercela fatta con le sole loro forze. Entusiaste del “lavoro a due”, fatto di complementarità, passione, dedizione (“a volte lavoriamo anche 18 h al giorno, ma ci piace talmente tanto che non ce ne accorgiamo“) e anche comprensione (“siamo mamme, se uno dei nostri bimbi si ammala ci penserà l’altra socia a gestire l’attività”).

Amy e Kathy, questi i loro nomi, sono due ragazze canadesi, in Italia da pochi anni. La prima specializzata in marketing, la seconda avvocato penalista. Anche loro, come tante donne, si sono trovate a fare i conti con la nuova condizione di mamma e hanno deciso di rivoluzionare la loro vita creando un luogo speciale, che si arricchisce ogni giorno di nuove iniziative.

Un successo, quello di The Milk Bar, dovuto innanzitutto alla grande intuizione nella scelta della location in Conca del Naviglio 5 a Milano (ne esistono poi altri due, uno a Torino e l’altro a Roma) con grande passaggio, due grandi vetrine per promuovere prodotti per mamme e bambini e ampi locali dove organizzare corsi di varia natura (dallo yoga alla lettura in lingua).

Associarsi a The Milk Bar costa solo 5 euro, alcune attività rientrano nella quota, altre vanno pagate a parte (i costi sono assolutamente nella media). I prodotti presentati sono scelti con grande cura, alcuni di provenienza statunitense e difficili da trovare in Italia. Per citarne qualcuno: Linea mamma baby, Aden + Anais, Mhug, Ergobaby, Emmis Klemmins, D&A, Skip Hop.

Abbiamo chiesto a Amy e Kathy di indicarci quali fossero i loro preferiti, quelli di cui, da mamme, non farebbero mai a meno. Si sono trovate d’accordo…ed eccoli:

  • Aden + Anais  telo 100% cotone da annodare dietro al collo della mamma in modo che possa comodamente avvolgere il bimbo dopo il bagnetto.
  • Marsupio – Baby carrier della Ergobaby, che ha la particolarità di essere dotato di una fascia che permette di distribuire bene il peso, con il risultato che si possono portare bimbi anche più grandi e notevolmente pesanti, come Orlando insomma 😉
  • Changing station – Skip hop, un fasciatoio portatile dotato degli appositi spazi per contenere pannolini o salviette senza impazzire a cercarli nella borsa.
  • e non poteva mancare la Duo Double della Skip hop, cioè la borsa da passeggino gemellare!;-) molto più spaziosa rispetto alle altre.

All’interno di The Milk Bar, infine, c’è anche un angolo-salottino con una piccola boutique dedicata all’abbigliamento pre-maman. Molto assortita soprattutto la parte dedicata all’intimo sia in gravidanza che durante l’allattamento (Boob design, Bravado, Seraphine, Oef, Noppies, Milker, Ingrid & Isabel).

Per esperienza personale, oltre ai prodotti sopracitati, MammeGemelle consiglia: Linea mamma Baby, Aden +  Anais e sicuramente la Duo Double!

Il nostro giro si è concluso al piano di sotto, un altro punto di forza di The Milk Bar: una palestra dove vengono organizzati numerosi corsi con la particolarità che mentre le mamme fanno yoga, i loro bambini possono stazionare nell’area giochi attigua (che viene anche affittata per feste di compleanno)!

Andate a visitare The Milk Bar a Milano: oltre che per la moltitudine di servizi intelligenti che offre, anche per l’entusiasmo contagioso di chi lo gestisce! <3

error: