NY NY … con Petra e Orlando

La prima regola da imparare è che i bambini entro i 2 anni non pagano il biglietto aereo e entro il 1 anno hanno addirittura diritto alla culletta sul volo.

Saranno questi aspetti a incastrarvi, come è successo a me.

Premetto che viaggiare e visitare città o luoghi sconosciuti mi regala sensazioni impagabili, ecco perché mi è sembrata una genialata approfittare dei 40anni del mio compagno per regalare a lui un viaggio in una delle nostre città preferite festeggiando al contempo il 1 anno dei nostri gemellini.

Detto, fatto.

A pochi giorni dal compimento del loro primo anno di età, ci siamo trovati su un volo destinazione Ny (con scalo a Dusserdolf, primo aspetto da non sottovalutare quando si hanno dei figli e tragicissimo errore quando se ne hanno 2! Spendete un pochino di più, ma vi prego scegliete il volo diretto!).

Quando ho acquistato il biglietto Petra e Orlando erano ancora così piccoli da sembrare innocui.

Mano a mano che la data si avvicinava, però, il coinvolgimento dei nonni è stato inevitabile. Senza non so come avremmo fatto e detto da me che sono praticamente bionica ha un certo peso.

Non dico che l’esperienza non si debba fare e anzi io conservo ricordi stupendi.

Certo il mio consiglio è di tornare in un posto già visto (per non avere l’ansia da ‘voglio fare tutto’ che si ha quando si perlustra una meta per la prima volta), munirvi di tanta pazienza e accogliere il nuovo punto di vista che ti offre la città: quello da mamma.

Per intenderci: no ai musei, si ai parchi giochi. E ne vedrete di bellissimi.

Ed ecco quello che, più o meno, vi capiterà:

  • Odierete i bagni minuscoli delle grandi città quando vi troverete a dover cambiare pannolini x due durante l’intera giornata (che per quanto mi riguarda, non iniziava mai dopo le 10 e non terminava mai prima delle 23).
  • Andrete alla ricerca di un cibo simile a quello che hanno consumato fino a quel momento i vostri pargoli (impensabile, infatti, mettere in valigia il necessario per l’intero periodo) e mai come allora vi renderete conto che il brodo non è un alimento scontato. A Ny non vendono quello in polvere, non sanno cosa sia. Quindi si, quello consiglio di portarlo.
  • Vi troverete ad entrare più spesso nei negozi per bambini (da quelli per le prime necessità a quelli di abbigliamento…fantastici) che non in negozi di abbigliamento e shopping per voi.
  • Vi spaccherete la schiena con il marsupio, perché mica penserete che i bambini siano cosi docili da stare tutto il giorno nel passeggino, vero? Impensabile.
  • Dimenticherete i rigeneranti pranzi all’aperto e le cenette romantiche a favore di incasinatissime soste, il più delle volte snervanti, con una media di tempo di permanenza in uno stesso locale di massimo 20 minuti (oltre questa soglia rischierete di essere sbattuti fuori, quindi meglio andarsene prima).
  • La mattina uscirete di casa (consiglio l’appartamento per chi ha dei figli, ça va sans dire) già stravolti. Certo, questo vale solo per chi ha la fortuna di avere dei figli come me, che dal 6 mese in poi hanno deciso di nondormire più.

Perché farlo, quindi, vi chiederete?

  • Perché un’esperienza cosi con i vostri figli la ricorderete per la vita.
  • Perché da mamme di gemelli dovrete imparare presto che le imprese impossibili, quelle per cui la gente sgrana gli occhi dandoti della pazza, sono all’ordine del giorno. Quindi, meglio allenarsi.
  • Perché noterete cose che da non-mamme-di-gemelli mai avreste notato. Come i marciapiedi giganti neworkesi che qui ci sogniamo…adorerete i loro Kinder-bus (che sono delle specie di passeggini a sei posti che le maestre utilizzano per portare in giro i bambini) e tutto ciò che solo gli americani sono in grado di inventarsi.
  • Perché spegnere le loro prime candeline a Ny fa molto cool 😀
  • Perché se superate anche questa, vuol dire che la vostra coppiaè più stabile di quanto immaginavate.

Che altro aggiungere? …buon viaggio!

 

6 comments on NY NY … con Petra e Orlando

  • Alessandra

    Ragazze, e Costanza in questo caso specifico, io ho due gemelli Emma&Federico nati al 21Maggio2013…che esperienza incredibile e meravigliosa! In tante cose che ho letto qui mi ci ritrovo e ne avrei anche altre da raccontare..e il viaggio a NY…loro non si ricorderanno molto…ma ci saranno le foto e i vostri racconti a tener viva la memoria riportata! Splendido questo blog!brave!!! >Noi mamme bis siamo speciali…perche i nostri bimbii ci rendono speciali!

    • Costanza
      Costanza (author)

      Ciao Alessandra, leggo solo ora! In pratica i tuoi gemelli sono nati qualche giorno dopo i miei.. dove? Mangiagalli? Sei di Milano? Non ho capito se anche tu sei stata a NY.. Sono contenta che il blog ti piaccia, seguici e aiuta a farci conoscere!

  • Giulia
    Giulia

    Grazie Alessandra!Siamo felici che ti piaccia e accogliamo sempre con piacere i commenti di noi mamme bis!Seguici anche perchè stiamo lavorando per cercare il modo di farvi interagire sempre più!Un abbraccio

  • Pingback: Bilancio di un long weekend a Berlino (…gemelli-muniti) ‹ Mamme Gemelle

  • Alessandra

    @Costanza scusami ma non so xche non ha caricato la mia risposta..si sono nati in Mangiagalli il 21 maggio 2013 e noi siamo di Rho..a NYC ci siamo stati prima che nascessero i Twins ma tra Nn molto vorremmo tornarci per far scoprire quella strabiliante città anche a loro!!a presto!

    • Costanza
      Costanza (author)

      Andate e poi raccontatecelo qui! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: